dettaglio della Pala di Castelfranco del Giorgione

A casa del Giorgione a Castelfranco

Città natale del Giorgione e città murata con castello medievale, Castelfranco Veneto si trova equidistante da Treviso, Padova e Vicenza.
Nel Duomo è conservata la Pala detta “di Castelfranco” di Zorzi da Castelfranco detto il Giorgione (1478-1510), dipinta tra 1503 e 1504. Conosciuta al mondo per la straordinaria invenzione poetica e compositiva, la Madonna con il Bambino tra San Francesco e San Nicasio, immerge lo sguardo in una luce effusa da un profondo paesaggio di campagne e colline, dove è protagonista un nuovo equilibrio tra uomo e natura. Fu commissionata dal condottiero Tuzio Costanzo in occasione della morte del figlio Matteo. Il carattere privato della cappella dove è custodita consente a Giorgione delle sperimentazioni, per cui fonde la solennità dello spazio dedicato alla conversazione con il paesaggio, che pervade l’intero dipinto attraverso i suoi colori.

Le lotte tra Treviso e Padova, spinsero i trevigiani a costruire nel 1195 una Fortezza per contrastare i padovani. La costruzione fu fatta su un terrapieno sulla sponda orientale del torrente Muson, in posizione particolarmente strategica. Le possenti mura quadrate di colore rosso, a seconda dei giochi di luce e delle stagioni passano da tenui sfumature rosa a toni ben più accesi.

Da visitare anche il Museo-Casa Giorgione, dove oggetti del XV e XVI secolo, ricostruzioni architettoniche e d’ambiente invitano a vivere la casa come una esperienza preziosa, per indagare la potenza enigmatica del Giorgione.
Degno di nota è il teatro Accademico, considerato un vero gioiello dell’architettura settecentesca, progettato dall’architetto Francesco Maria Preti.

Nessun commento,

Nessun a lasciato un commento per questo posto

Leave a comment

css.php